Dintorni

“L’Italia senza la Sicilia, non lascia nello spirito immagine alcuna. È in Sicilia che si trova la chiave di tutto» […] «La purezza dei contorni, la morbidezza di ogni cosa, la cedevole scambievolezza delle tinte, l’unità armonica del cielo col mare e del mare con la terra… chi li ha visti una sola volta, li possederà per tutta la vita.”

(Johann Wolfgang Von Goethe)

Oasi Faunistica di Vendicari

La Riserva naturale orientata Oasi Faunistica di Vendicari è un’area naturale protetta sita all’interno del libero consorzio comunale di Siracusa, precisamente tra Noto e Marzamemi. Particolarmente importante per la presenza di pantani che fungono da luogo di sosta nella migrazione degli uccelli. Le spiagge sono collegate tramite il sentiero della riserva e distano 15 minuti l’una dall’altra.

Cala Mosche

7 MIN IN MACCHINA
25 MIN A PIEDI 

La spiaggia di Calamosche si trova tra i resti archeologici di Eloro e l’oasi faunistica di Vendicari. Nel 2005 è stata insignita dalla Guida Blu di Legambiente del titolo di “Spiaggia più bella d’Italia”.

Eloro

15 MIN IN MACCHINA
50 MIN A PIEDI 

La spiaggia di Eloro è una delle spiagge siciliane preferite dalle tartarughe marine per deporre le proprie uova e ogni anno è uno spettacolo. La Spiaggia di Eloro si trova nella parte nord della Riserva di Vendicari, vicino alla più turistica Lidi di Noto e ieri si sono schiuse oltre 100 uova di tartaruga Caretta Caretta, la specie di tartarughe marine più diffusa nel mar Mediterraneo.

La Tonnara

5 MIN IN MACCHINA
15 MIN A PIEDI 

Uno dei simboli dell’antica riserva, detta anche Bafutu, fu una tonnara di ritorno, cioè una tonnara che pescava i tonni e gli sgombri che dopo la stagione degli amori ritornavano in mare aperto. Oggi, quelli che erano i ruderi diroccati dello stabilimento con i suoi cento metri circa di lunghezza, i pilastri che ne sorreggevano il tetto, la ciminiera altissima e le case dei pescatori, sono stati completamente restaurati e riconsegnati alla comunità. La tonnara è quindi diventata uno dei simboli di Vendicari, una struttura di grande fascino che domina la zona centrale della Riserva.

Marianelli

10 MIN IN MACCHINA
35 MIN A PIEDI 

La spiaggia di Marianelli è una spiaggia isolata, selvaggia e incontaminata, inserita tra mandorleti, limoneti e dune di sabbia arricchite da una flora unica. Essendo appartata e selvaggia è il luogo preferito dagli amanti della tranquillità.La spiaggia è frequentata sia dai tradizionali bagnanti che dai naturisti che ne sono stati i primi frequentatori. Un luogo prezioso ed incontaminato, che tutti devono contribuire a preservare e rispettare.

La cittadella di Maccari

10 MIN IN MACCHINA
40 MIN A PIEDI 

Cittadella rappresenta l’ingresso sud della Riserva Naturale di Vendicari, a due passi da San Lorenzo.
Colori unici, calette mozzafiato e fondale sabbioso cristallino caratterizzano questo luogo che difficilmente esce dal cuore e dai ricordi. La spiaggia, di sabbia fine e dorata, delimitata da un mare dai colori caraibici, è annunciata da sentieri ben sistemati dagli operai del Dipartimento regionale delle Foreste. Tre calette ed altrettanti accessi con scalini in pietra conducono ad ambienti diversi, ora grotte sulla sabbia, ora piccole falesie, ora una lunga striscia di sabbia bianca che porta verso la Tonnara di Vendicari.

cittadella-campingdavinci

Riserve Naturali

Riserve, antiche colate laviche, sentieri scoscesi, particolari specie di piante terrestri e marine, e classi protette di pesci. Sono questi gli astri nel firmamento delle tante oasi naturali che si conservano da secoli in Sicilia. Luoghi che sono sfuggiti alla costruzione di case o strade da parte dell’uomo in virtù del loro particolare valore.
Il Camping da Vinci è ubicato in una posizione ideale per visitare tutte queste meraviglie senza fare troppi km.

Cavagrande

38 MIN IN MACCHINA

Nel cuore antico di Avola, potete sedervi sulle rive del fiume come facevano i filosofi una volta e guardare l’immobilità dei laghetti che vi circondano. Nel bosco vi accoglieranno pioppi, salici, frassini e caratteristici platani orientali, alcuni alti fino a un metro e mezzo. Tra un tuffo e l’altro, sempre facendo attenzione a non deturpare l’ambiente, si possono ammirare la roccia bianca siracusana e i meravigliosi oleandri in fiore.

La Pineta del Gelsomineto

La spiaggia “Pineta del Gelsomineto“, chiamata anche la spiaggia della “Marchesa di Cassibile“, è ubicata nel Comune di Avola, a pochi km da Noto. Il litorale di circa 500 metri, è una striscia di sabbia di color oro chiaro, all’estremità la scogliera forma due promontori accessibili di una bellezza naturalistica eccezionale, l’area molto riparata dal vento permette al mare di essere sempre calmo, quindi adatto alla balneazione di famiglie e bambini piccoli. La scogliera adiacente la spiaggia presenta piccole insenature e piccole grotte di abrasione marina, luogo ideale per gli amanti della foto subaquea, ma sopratutto di tutti coloro che amano prendere il sole lontano dai rumori della spiaggia.

Cava Carosello

32 MIN IN MACCHINA

Refrigerio e Relax nella Valle di Cava Carosello: una nuotata nelle acque limpide e gelate dei laghetti, alla scoperta di un luogo incantato e dimenticato. L’accesso ai laghetti è un percorso trekking di circa 3 km attraverso il canyon calcareo della valle, un sentiero tracciato e ben delimitato, che discende all’interno della valle, una volta arrivati la sensazione è quella di immergersi dalla calura della bianca Noto Antica. Una volta arrivati sentirete la frescura della cava e delle grotte, un tempo adibite come concerie.

Le gole dell'Alcantara

1H 43 MIN IN MACCHINA

La formazione dell’alveo dell’Alcantara risale a circa 300.000 anni fa, tuttavia l’attuale aspetto del fiume nel tratto delle Gole risale alle colate verificatesi negli ultimi 8.000 anni. […] la presenza dell’acqua del fiume e la relativa percolazione all’interno della massa magmatica ha causato un raffreddamento più veloce dando origine a profonde fratture irregolari (alcune perfino caotiche) le quali, intersecandosi, formano strutture prismatiche di varia configurazione: a “catasta di legna” (disposte orizzontalmente), ad “arpa” (leggermente arcuate), a “rosetta” (andamento radiale). Le formazioni più regolari sono verticali, a “canna d’organo”, e possono raggiungere anche i 30 metri.

Isola delle Correnti

23 MIN IN MACCHINA

L’Isola delle Correnti è una piccola isola di forma tondeggiante, che si estende per circa 10.000 metri quadri, raggiungendo un’altezza massima di 4m sul livello del mare.
Collegata a Portopalo da una fine lingua di pietra, incanta per la sua bellezza selvaggia ed incontaminata. All’interno dell’isola i pochi segni del passaggio dell’uomo sono rappresentati dal suggestivo faro, una piccola struttura militare in disuso e poche abitazione dove un tempo risiedevano il guardiano del faro assieme alla sua famiglia.
L’isola delle correnti per la sua posizione rappresenta una sorta di confine ideale tra lo Ionio e il Mar Mediterraneo. Le correnti che si generano dall’incontrarsi di questi due mari, danno vita a increspature e colori in continua evoluzione… da qui deriva il nome “Isola delle Correnti”.

Pantalica

56 MIN IN MACCHINA

Tra i siti archeologici siciliani patrimonio dell’Unesco, uno dei più suggestivi ma, al tempo stesso, uno dei più ardui da raggiungere, per la posizione fuorimano, è la necropoli rupestre di Pantalica. Si tratta di un sito preistorico, databile alla tarda età del bronzo (dal XIII all’VIII sec. a.C.) e caratterizzato dalla sua imponente necropoli: migliaia di tombe scavate nella pareti rocciose a strapiombo sulla sottostante Valle dell’Anapo. Oltre che per gli antichissimi resti archeologici, Pantalica vale una visita anche per la sua natura incontaminata. Tutta la zona rientra infatti nella riserva naturale Valle dell’Anapo e consente, agli amanti del trekking, lunghe camminate su vari sentieri di diversa difficoltà.

Città d’arte 

Non solo mare e distese di sabbia, ma anche arte, storia e barocco. Il Camping da Vinci si trova in una posizione unica per visitare le meraviglie della Sicilia Orientale e farsi rapire dall’unicità della nostra terra multiforme.

Ortigia e Siracusa

37 MIN IN MACCHINA

Ortigia è una isoletta è stata da sempre la culla di Siracusa a cui è collegata attraverso un ponte , il ponte Umbertino. Scarse sono le testimonianze del suo glorioso passato giunte fino a noi, rimane il tempio di Apollo, il primo tra gli edifici sacri di stile dorico costruiti in Sicilia risalente al 500 a.C. Attualmente nella penisola di Ortigia troviamo monumenti di epoca rinascimentale e barocca, tutti posteriori al terremoto del 1693.

Scicli

54 MIN IN MACCHINA

La città è circondata da tre colline, sotto le rupi calcaree che sembrano proteggerla. Durante le chiare giornate viene offerto uno spettacolo incomparabile, una città distesa nella valle come una colata di case. Giù, all’orizzonte, si intravede uno dei mari più azzurri del Mediterraneo, che chiude questa cornice unica e serena. Scendendo, dopo aver percorso sette tornanti, si arriva al centro in Piazza Italia. Da qui osservando alto sulla destra vediamo una imponente rupe calcarea sulla quale sorge San Matteo l’antica Chiesa Madre della città antica, dietro San Matteo possiamo vedere i resti di quello che era il Castello dei Tre Cantoni, mentre posto sul colle a fianco possiamo ammirare il Convento della Croce. Il panorama che si gode da lassù non si riesce a descrivere, si ha la sensazione di dominare tutto il territorio senza fatica.

Marzamemi

14 MIN IN MACCHINA

E’ un paese fiabesco in cui vi invitiamo a soggiornare. Luogo da vivere con spirito zen, tutto qui invita alla serenità, alla naturalezza ed alla spontaneità: l’intensità del rapporto con la natura, le armonie dei vini e della cucina di territorio, la piacevolezza degli incontri, la fitta trama di testimonianze storiche e artistiche che arricchisce il territorio. Unico esempio in Sicilia di villaggio sorto per espansione di una tonnara, Marzamemi conserva intatta la fisionomia architettonica settecentesca: un pugno di casupole ,raccolte intorno ad una piazza assolata, al palazzo estivo dei principi Villadorata, alla piccola chiesa dedicata al patrono della gente di mare, S. Francesco di Paola… Collegati a questo scenario, gli antichi magazzini della tonnara e il porticciolo (Balata), finiscono di disegnare un centro storico di grande bellezza,dove archi, pietre, crocicchi sono legati a leggende e storie di fantasmi, testimonianze di una cultura folklorica ancora viva e vibrante.

Modica

44 MIN IN MACCHINA

Città di Ercole. Con questa definizione veniva citata Modica dal Seicento fino ai primi dell’Ottocento, nelle cronache e nei documenti dell’epoca.
Bella è, ancora oggi, la vita a Modica. Città grande e spaziosa e insieme intima e segreta, Modica cresce a grappolo sulle rocce e sulle grotte seguendo una strada sinuosa, come a spirale. Il cuore è la grandiosa chiesa di San Giorgio, la cui facciata è ritta come una torre e insieme soffice come una torta.  Tra le mura della città senti ancora la voce di Quasimodo, il poeta che partì da una piccola casa, oggi riarredata e custodita da Valeria Lentini, per arrivare a parlare della Sicilia in tutto il mondo. Ma il tempo qui non si è fermato: riparato nella sua casa scrive oggi Franco Antonio Belgiorno, descrivendo le estasi di questo luogo straordinario. E c’è poesia non solo nella letteratura, ma anche nella produzione di dolci e cioccolate, su ricette antiche con sapori insperati.

Ragusa Ibla

1H 5 MIN IN MACCHINA

Ragusa Ibla è l’antico centro storico della città di Ragusa. È famosa in tutto il mondo per le oltre cinquanta chiese e i numerosi palazzi, testimonianza della più alta espressione del barocco in Sicilia.
Nel 2002 la città è stata inserita fra i siti barocchi Patrimonio UNESCO del Val di Noto. La città è diventata famosa negli anni grazie anche alla serie televisiva “Il Commissario Montalbano”: se sei un vero appassionato della fiction, potrai ritrovare qui gli scorci e i paesaggi di Vigata e Montelusa, a partire da Piazza Duomo e dal Circolo di Conversazione in Piazza Pola che compaiono in diversi episodi della serie. Visita i luoghi di Montalbano e scopri gli angoli più nascosti e affascinanti che dalla tv prendono vita davanti ai tuoi occhi. La ricchissima architettura in pietra locale calcarea assume la forma di volute, di vuoti e di pieni, di colonne e capitelli, di statue e di decorazioni di ogni tipo.

Noto

19 MIN IN MACCHINA

Arroccata su un altopiano che domina la valle dell’Asinaro sorge Noto, gioiello assoluto del barocco siciliano. La città deve la sua fortuna ad un evento tragico, il terremoto che nel 1693 portò distruzione e morte nella zona, dando anche un grande impulso alla ricostruzione. Prima del sisma che la rase al suolo la città sorgeva a 10 km di distanza da dove è ubicata adesso. La città moderna infatti, venne ricostruita in un luogo meno impervio che permise la realizzazione di un impianto semplice, con strade parallele ed ampie in linea con il nuovo gusto barocco. La città fu riprogettata come se fosse una scenografia, truccando la prospettiva, giocando con le linee e le curvature delle facciate, con le decorazioni delle mensole, i riccioli e le volute, i putti, i balconi dei parapetti in ferro battuto.

Palazzolo Acreide

51 MIN IN MACCHINA

Incastonata nello splendido scenario dei monti Iblei, nell’entroterra siracusano, la pittoresca cittadina di Palazzolo Acreide si apre al viaggiatore come uno scrigno. Inserito tra Borghi più Belli d’Italia e nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità UNESCO, questo straordinario luogo ricco di storia fa vivere tutta la suggestione di un sito antico ben integrato con le architetture più recenti. Tre i siti principali che ne identificano il territorio: l’antico insediamento greco di Akrai nella parte alta della città, di cui sono ancora visibili i resti ed il teatro greco; il centro medievale con il castello; il quartiere superiore, ricostruito dopo il terremoto del 1693, con le sue chiese barocche e gli antichi palazzi nobiliari.

Dove Siamo

Contatti

96017 Noto SR, Italia
S.P.19 Noto-Pachino km8

320 0551827  
339 74 99 99 1

davincicamping@gmail.com

Contattaci

Contattaci per richiedere il tuo preventivo personalizzato e per chiederci qualsiasi informazione che possa esserti utile…